Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze.
Scorrendo questa pagina, cliccando sul tasto OK o su qualunque altro elemento acconsenti all’uso dei cookie.
  • 01

    01

  • 02

    02

  • 03

    03

  • 04

    04

  • 05

    05

La Manifestazione, organizzata da Accademia Kronos - onlus - Sezione Amici della Musica di Rodi Garganico - che vanta ogni anno un sempre più ampio successo di pubblico, consente di poter affermare di aver conseguito l'obiettivo iniziale: recuperare e riaffermare i valori di una tradizione antica e peculiare del Sud Italia e della Puglia in particolare: la Banda. Ritenuta con una certa mal riposta sufficienza da alcuni Musicisti un genere musicale minore, un surrogato dell'orchestra sinfonica e spregiativamente nominata "l'Opera dei Poveri" spesso si dimentica che tutti i maggiori Direttori di Orchestra sinfoniche e tutti tra i più grandi Autori del secolo scorso hanno diretto e composto musiche per bande musicali. Wagner e Verdi per citarne alcuni e lo stesso grande Maestro Muti, tra i contemporanei, hanno iniziato la loro attività dirigendo complessi bandistici. Mentre altri come Mascagni e Toscanini restavano meravigliati per i risultati armonici ed acustici che le Bande - senza l'organico di un'Orchestra sinfonica - riuscivano ad ottenere. I clarinetti nelle vesti dei violini, i saxofoni per i violoncelli ed il Flicornino, il Flicorno tenore ed il Flicorno baritono in sostituzione dei cantanti costituiscono una perfetta sintesi per riprodurre, anche livello di perfezione le pagine più belle del melodramma italiano e delle più famose sinfonie. In effetti la Banda sia pure tra mille difficoltà ha dimostrato nel tempo la sua costante attualità reggendo a tutte le innovazioni musicali senza errori o defaillance. Si suona sempre dal vivo. E la Banda non sbaglia mai. Non è consentito sbagliare quando dagli strumenti si sprigionano le note immortali di una Turandot, di una Traviata o di un Rigoletto ovvero quando la Banda si misura con partiture sinfoniche di Autori moderni come Respighi o Mussorsky. Banda è sinonimo di allegria. Banda è Festa. Banda è gioia ed è anche tradizione radicata. Non esiste processione o rito religioso pubblico che possa prescindere dalla Banda. Anzi si può dire che questo Festival sia nato proprio dalla solo ventilata ipotesi di sopprimere la presenza della banda in una Festa patronale. Oggi senza tema di essere smentiti si può affermare che il Festival delle Bande di Rodi Garganico è diventato un appuntamento di assoluto rilievo nel panorama bandistico del sud Italia sia per il numero di Complessi partecipanti sia per la qualità degli stessi. Una Rassegna concertistica che nelle ultime serate di agosto oltre a richiamare un folto pubblico di appassionati del genere musicale ed incolla alla sedia anche i più scettici costituisce una vetrina per i Complessi Musicali che così entrano più facilmente in contatto con i Comitati festa dei paesi vicini che li scritturano per le feste patronali dell'anno successivo. Tutte le bande di più antica tradizione e lustro da Conversano a Lecce, da Bracigliano a Squinzano, da Francavilla Fontana a Noicattaro e persino dalla Calabria e dalla Sicilia rappresentate nell'occasione da Montauro ed Acireale sono state ospiti del Festival.

Facebook

Twitter

Google Plus

YouTube